Romanticismo, fierezza, ideali e languore

Romanticismo, fierezza, ideali e languoreCorallium Orchestra

Primo appuntamento della Stagione "La Classica Domenica" con un violinista d'eccezione: il salernitano Salvatore Quaranta, vincitore di prestigiosi concorsi internazionali tra i quali Vittorio Veneto, Schumann, Tonelli, Postacchini, che ha suonato nelle più prestigiose sale da concerto in veste di primo violino con le migliori orchestre, sotto la bacchetta dei più celebri direttori (Abbado, Gatti, Temirkanov, Chung, Renzetti, Prêtre). Insieme all'Orchestra Corallium diretta da Luca Bagagli, sarà interprete del celeberrimo Concerto per violino di Tchaikovsky.

La prima parte del concerto sarà invece dedicata al genio di Bonn: il programma si aprirà con l'Ouverture beethoveniana Egmont, opera descrittiva di una "vicenda individuale del personaggio storico che viene superata in un'omerica celebrazione di ogni oppresso che lotta per la libertà" (Mila), a cui seguirà la Settima Sinfonia, tra le più celebri tra quelle di Beethoven e non solo, apoteosi della danza, dello slancio eroico e della gioia in senso universale.

 

LUDWIG VAN BEETHOVEN

Egmont, Ouverture in Fa minore, op.84

LUDWIG VAN BEETHOVEN

Sinfonia n.7 in La Maggiore, op.92

PYOTR ILYCH TCHAIKOVSKY

Concerto per violino e orchestra in Re maggiore, op.35
 

Bio Salvatore Quaranta
Bio Luca bagagli