Storie di magliari

Storie di magliaridi Marcello Anselmo e Pietro Marcello

Venerdì 26 gennaio, alle ore 17:30, lo storico e ricercatore Marcello Anselmo presenta Storie di magliari.
Mestieranti napoletani sulle strade d'Europa. L'arte del commercio e il genio dell'imbroglio.
 
Giovani che per sottrarsi alla miseria e alla precarietà esistenziale provavano ad ascendere la gerarchia sociale attraverso una pratica del commercio senza fissa dimora che li trasformava in piccoli imprenditori cosmopoliti: questo erano i magliari. Si trattava di un modo d’arrangiarsi fattosi mestiere, un mestiere pressoché scomparso nel breve volgere di mezzo secolo. I primi magliari, soprattutto napoletani, avevano avuto l’orizzonte del Sud America, poi era stata la volta dell’Europa industriale del secondo dopoguerra, soprattutto l’area industriale e mineraria compresa tra Belgio, Francia e Repubblica federale tedesca, sulle orme dei flussi migratori degli operai italiani. La storia dei magliari è infatti strettamente intrecciata a quella della migrazione italiana in Europa nel secondo dopoguerra, nonché a quella della mutazione antropologica che ha traghettato le società occidentali verso una trasformazione della culturale materiale e l’avvento del consumo di massa. 
Intervengono Maurizio Braucci e Paolo Frascani.