Vuoto

Vuotocompagnia Korper

Uno dei maggiori scrittori statunitensi del XX secolo, Jack Kerouac scrive: “Sono il vuoto, non sono diverso dal vuoto, né il vuoto è diverso da me; in realtà il vuoto sono io”. A queste parole si ispira la coreografia, che, a partire dal concetto di Vuoto e di Nulla, indaga sulla percezione che l’essere umano ha di queste due concetti. La danza esprime, attraverso il gesto, ciò che tace e che abita dentro ognuno di noi ed ecco allora che con la forza di un linguaggio sublime il vuoto e il nulla si palesano. Vuoto, presentato in prima assoluta al Piccolo Bellini, è la nuova creazione di Susanna Sastro, già danzatrice e solista della Béjart Ballet Lausanne e oggi apprezzata coreografa.