BORDELLO DI MARE CON CITTÀ

di Enzo Moscato regia Carlo Cerciello

Napoli, per le abitanti di un ex-bordello è una giornata particolare: si attende la visita del Cardinale che dovrà verificare per conto della Curia se quel luogo di peccato potrà essere consacrato come luogo di culto. Pare, infatti, che Assunta, la proprietaria nonchè ex-maitresse della casa chiusa, sia in grado di fare miracoli, precisamente, di guarire gli ammalati dai “mali moderni”.
È la scaltra Titina l'organizzatrice della nuova attività della casa, poiché, con grande spirito imprenditoriale, ha fiutato le potenzialità economiche dell'industria dei miracoli.
C'è poi Betti, la figlia dodicenne di Titina, già avviata alla prostituzione e c'è una giornalista che intervista le ex meretrici. Ci sono pozioni magiche e segreti, passioni e vendette, c'è la religione senza spiritualità e c'è Napoli, in un costante bilico tra il sacro e il profano...
Dopo il grande successo di Scannasurice, il nuovo allestimento di Carlo Cerciello attinge di nuovo all'universo di Enzo Moscato che sarà, sulle scene ideate da Roberto Crea, insieme a un nutrito gruppo di attrici e darà vita a uno spettacolo dalla cifra onirica ma, al tempo stesso, dalla forza dirompente e intensamente terrena.