White Rabbit Red Rabbit

White Rabbit Red Rabbitdi Nassim Soleimanpour con Giovanni Ludeno

White Rabbit Red Rabbit stabilisce un contatto spiazzante e travolgente tra attrice/attore e pubblico perché l’interprete senza regia e senza prove, apre la busta sigillata che contiene il testo già sul palco e ne legge il contenuto al pubblico. Una sedia, un tavolo, una bottiglietta d’acqua, gli orpelli concessi. Il qui e ora nella sua massima espressione. Dopo il successo di Enrico Ianniello, Daniele Russo, Iaia Forte, Giovanni Esposito sarà Giovanni Ludeno ad interpretarlo.
Il testo è un veicolo per l’autore, che è iraniano e che vuole condividere una condizione attraverso parola e gioco, ironia e intimità, innescando una reazione a catena estremamente stimolante. Ci sono delle regole da rispettare, per chi accetta la sfida: chi decide di portarlo sulla scena non può averlo visto prima. Deve arrivare sul palco scevro da ogni certezza e iniziare a giocare.

Giovanni Ludeno classe 1978, attore, ha frequentato diversi laboratori diretti da Danio Manfredini, Alfonso Santagata, Scimone e Sframeli, Gabriele Vacis, Raffaella Giordano, Armando Punzo, Davide Iodice. Ha lavorato con Luca Ronconi, Mario Martone, Andrea Renzi, Francesco Saponaro, Monica Nappo, Arturo Cirillo, Gabriele Vacis. In cinema con Giuseppe Gagliardi, Lucio Pellegrini, Alessandro Genovesi, Nanni Moretti, Claudio Cupellini, Francesca Comencini.