TODO EL MUNDO A CANTAR

Cantodiscanto in concerto

I Cantodiscanto sono da sempre interessati all’incontro fra diverse culture e all’affinità delle forme musicali, in Todo el mundo a cantar, il loro ultimo lavoro, ci propongono canzoni scritte prevalentemente in napoletano, in alcuni casi ispirate a detti popolari o citazioni di “vecchi saggi”. Vari temi vengono trattati: la necessità di essere coraggiosi per coricarsi con le donne belle (una metafora che allude alla realizzazione dei propri sogni), la capacità di affrontare i cambiamenti repentini della vita, la canzone d’amore, e il contatto con la natura – una storia di passione per il mare e la vela – ,  un incontro giocato quasi a ruoli inversi fra la Morte e un uomo che,  vessato da condizioni  insostenibili, invece di scappare le corre incontro per abbracciarla. Partendo dall’idea che la musica è vita che va condivisa, si gioca anche un po’ col pubblico, come in Polka miselia, un brano in italiano che ironicamente riflette paradossi quotidiani: viene proposto in due versioni e sarà il pubblico a votare la versione che preferisce.

Formatisi a Napoli negli anni '80 i Cantodiscanto si sono immediatamente proposti come interpreti di musica popolare. Rifondato poi a Bologna, il gruppo comincia a scrivere brani originali, vincendo  fra l’altro il Premio  Città di Recanati e il  Premio nuovo Sud e  arrivan in finale al Premio De André. In Italia partecipano, tra  gli altri, al  Carpino Folk Festival, alla Notte della  Taranta, al Festival di  Montalcino -­? Val d’Orcia,  a Le vie dei Canti, al Finibus Terrae Festival, al  Festival Sant’Arcangelo dei Teatri, al Festival  Ville e Castella e all’Umbria Jazz, al Kals’Art,  al Teglio Festival Valtellina, al Fest Festival, per Emergency, a  Bè – Percorsi Artistici. All’estero, tocca  per due tournée  il Portogalllo nel Festival Sete sòis  sete luas;   al quale partecipano anche nell’appendice francese.  Seguono Capo Verde e Spagna, dove vengono trasmessi dalla Radio Nazionale (RNE) e poi di nuovo Francia.
Tra le partecipazioni cinema-radio-tv: il film documentario Busker's, prodotto dalla Rai; il cortometraggio Chora; le trasmissioni Il terzo anello musica, Lampi, Mediterraneo, Tournée, Fahreneit e File Urbani per Radio 3; alcune produzioni e serie su Rai 2 e Rai 3, tra cui la cui la fiction La nuova squadra Spaccanapoli. Si aggiungono all'estero la Televisione Svizzera Swiss e l’emittente radiofonica Catalunya Music


Il CD Todo el mundo a cantar è entrato nella prima scrematura del premio Tenco come migliore album in dialetto