Cous Cous Klan

Cous Cous Klanuno spettacolo di Carrozzeria Orfeo

Carrozzeria Orfeo è una delle più interessanti compagnie del momento e finalmente approda a Napoli con il suo Cous Cous Klan, una pièce che ci trascina nella quotidianità di una comunità di assurdi senzatetto. Siamo in un futuro prossimo in cui l’acqua è privatizzata e i fiumi sono sorvegliati dalle guardie del governo, in un parcheggio abbandonato ci sono due roulottes. In una vivono tre fratelli: Caio, un ex prete nichilista e depresso, Achille, sordomuto e irrequieto, e Olga, la sorella maggiore, obesa e con un occhio solo; accanto, nell’altra ci vive Mezzaluna, il compagno musulmano di Olga. Alla piccola comunità già logorata da rabbie e conflitti si aggiungeranno Aldo -- un medio borghese elegante e maturo che dopo un grave problema famigliare si è ritrovato a dormire per strada – e Nina, una ragazza ribelle e imprevedibile, che si rivelerà al tempo stesso il più grande dei loro problemi e la chiave per un riscatto sociale. «Fotografiamo senza fronzoli - spiegano i registi - un’umanità socialmente instabile, carica di nevrosi e debolezze attraverso un occhio sempre lucido, divertito e, soprattutto, innamorato dei personaggi che raccontiamo». Tutto può precipitare o trovare soluzione: la pièce si muove su una sottile linea tra sublime e banale, con dialoghi serrati e a tratti isterici, in uno stile provocatorio che ci trascina inevitabilmente nell’assurdo senso che muove il quotidiano.