La Cupa

La Cupauno spettacolo di Mimmo Borrelli

La Cupa di Mimmo Borrelli si svolge in una notte, quella di Sant’Antonio e il suo fucarazzo, quando secondo gli antichi, gli animali potevano parlare agli uomini, ma con un prezzo da pagare, sventura e dannazione. Ma Innocente Crescenzo e il suo maiale non possono che espiare, da sopravvissuti, ogni anno le sorti della degenerazione umana. Favola di uomini che come gli animali agiscono, ma con lo sterco della ragione, e animali che agli istinti sottopongo la ragione impossibilitati ad agire in modo perverso.

Durata 200 minuti

RASSEGNA STAMPA

"Lo spettacolo più importante degli ultimi tre decenni. Uno dei tre capolavori del teatro Napoletano assieme a Gatta Cenerentola e Filumena Marturano" 
Franco Cordelli, Corriere della Sera

"Capolavoro assoluto che cambia le sorti della scena" 
Rodolfo Di Giammarco, Repubblica

"La cupa. Rituale primigenio di bellezza. Un pozzo senza fondo di sapienza e poesia teatrale [...]  lo spettacolo più forte e violento degli ultimi anni [...] Barbarico. Non c'è in esso un gesto, un movimento, un solo suono che non trasmetta significati." 
Enrico Fiore, Corriere del Mezzogiorno